logo arca 4

 

logo guidonia

ArcA Guidonia Montecelio: il progetto

Valorizzazione, promozione, riqualificazione e comunicazione: gli imperativi che il progetto ARCA si propone di realizzare nella Città di Guidonia Montecelio. Un territorio ricco di storia, cultura e valori che spesso vengono dimenticati e messi in ombra dalla vicinanza con Roma, di cui è stato per molto tempo considerato appendice o “quartiere dormitorio”. Il Polo Museale “Rodolfo Lanciani”, l’antico Borgo di Montecelio con le piccole vie suggestive e la Rocca Medievale, le prerogative di Guidonia Città dell’Aria, l’aeroporto Alfredo Barbieri e le cave di travertino sono solo una parte del patrimonio di Guidonia Montecelio che merita di essere valorizzato e promosso a livello turistico e culturale. Si deve creare un’identità forte e autonoma, valorizzando i beni che possiede questo territorio, eccezionale anche per la logistica, ben collegato con la Capitale e comodamente raggiungibile dall’autostrada grazie al nuovo svincolo autostradale dell’A1. ARCA nasce come programma di marketing territoriale culturale e progetto di comunicazione per la riqualificazione e promozione, culturale e turistica dell’intero territorio, con la precisa idea di valorizzare e promuovere le ricchezze del Comune, creando una sinergia tra Istituzioni, aziende e privati cittadini. Il marchio ARCA GUIDONIA MONTECELIO è un marchio che racchiude molteplici campi di interesse che la città di Guidonia Montecelio ospita ed offre e si propone di divenire marchio territoriale, con funzione di marchio ombrello da utilizzare per prodotti e servizi che risiedono, nascono e si sviluppano nel Comune. Il nome ARCA è stato scelto perché evocativo e racchiude in se’ il senso di grande contenitore, una sorta di scrigno in cui conservare, salvaguardare e promuovere le ricchezze del Comune, una sorta di Arca di Noè. ARCA è inoltre l’acronimo di Attività Ricerca Cultura e Ambiente, e offre un panorama dei campi di azione e delle direzioni di questo progetto, in un territorio con un enorme patrimonio a livello ambientale e culturale.

economiaE’ necessario valorizzare e implementare le attività economiche e le grandi possibilità di sviluppo e sfruttamento che offre il Comune. Le Cave di travertino sono tra le risorse più importanti e, grazie alla diffusione di questo pregiato materiale, hanno reso la Città di Guidonia Montecelio, insieme alla vicina Tivoli, note in Italia e all’estero. Guidonia è anche sede del Centro per la Valorizzazione del Travertino Romano. C’è l’Aeroporto A. Barbieri, intorno al quale è sorto il nucleo cittadino di Guidonia, dove si svolgono selezioni e corsi per la scuola aeronautica e corsi di volo a vela. Il CAR, Centro Agroalimentare Roma, una delle più importanti strutture europee per la commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli ed ittici, che crea un processo d'integrazione tra produzione, commercio, distribuzione, export, imprese di logistica e di servizi.

 

entrata aeroporto 02Nel campo della ricerca, l’aeroporto costituisce un patrimonio importante. Nel primo dopoguerra è stato uno degli aeroporti più avanzati, con innovazioni tecnologiche d’avanguardia, alcune presenti ancora oggi, come la pista di lancio in discesa, da cui decollavano gli aerei carichi di carburante. Guardando alla storia dell’aviazione, è possibile affermare che le basi del volo supersonico vennero gettate proprio a Guidonia.

 

triade totLa città di Guidonia Montecelio presenta un moto fervente e continuo a livello culturale. Continue e nuove attività vengono svolte nel Museo Archeologico Rodolfo Lanciani, creato nell’ex-convento di San Michele Arcangelo, che ospita la celebre “Triade Capitolina”, rinvenuta nel Parco dell’Inviolata, importante sito archeologico comunale. Il museo, che sorge su uno dei due promontori di Montecelio, Borgo medievale con un panorama mozzafiato sulla campagna romana, circondato da un parco, è divenuto sede di molte iniziative culturali singolari ed interessanti, rassegne concertistiche di musica classica quali il “Corniculum Festival”, incontri e conferenze con studiosi, scrittori e artisti. Di grande interesse culturale anche la Rocca di Montecelio, posta sull’altro colle, intorno al quale si estende l’abitato di Montecelio, con le sue vie suggestive dai nomi fiabeschi e le antiche Chiese. Da vedere anche la città di Guidonia a cui è stato concesso il titolo di Città d'Italia , con un decreto del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano , in quanto esempio di città di Fondazione del periodo architettonico razionalista, costruita con un ampio uso del travertino locale.

A Setteville è possibile visitare il Museo della Via Cornicolana, nella cripta della chiesa di Santa Maria, dove è stato conservato il tracciato della strada romana che si dirigeva verso l'attuale Guidonia, passava sotto Montecelio e proseguiva verso la Sabina e che ospita numerosi reperti archeologici provenienti dal territorio. Con il progetto di valorizzazione si sta valutando la fattibilità della predisposizione di un tour ideale che porti alla creazione di un museo diffuso che, partendo dal Museo di Setteville, seguendo idealmente il tracciato dell'antica Via Cornicolana, conduca fino al centro di Montecelio, cuore storico dell'intera collettività.

Grande vivacità emerge anche dai poli culturali teatrali e dalla rete delle biblioteche comunali e scolastiche presenti nelle varie circoscrizioni.

 

montecelioA livello territoriale, la Città di Guidonia Montecelio si presenta molto estesa e variegata. Di particolare interesse ambientale sono i monti Cornicolani, dove sorgono Montecelio e Sant’Angelo Romano, che costituiscono, insieme al Monte Soratte, con il quale sono perfettamente allineati in direzione Nord-Ovest Sud-Est, la cosiddetta Dorsale Tiberina, cioè una elevazione del substrato calcareo che è affiorata nel periodo meso-cenozoico nella valle del Tevere. Tra la via Nomentana e la via Tiburtina è stato istituito il Parco archeologico dell'Inviolata, un luogo dal ricco patrimonio archeologico, in cui fu ritrovato il celebre bassorilievo della Triade Capitolina, gruppo marmoreo che costituisce l’unico esemplare conosciuto con la raffigurazione delle tre divinità tutelari di Roma: Giove, Giunone e Minerva, ora conservato nel Museo Rodolfo Lanciani, Ex Convento di San Michele Arcangelo, a Montecelio . I rinvenimenti hanno consentito di individuare, nell’area del parco, il latino centro abitato di Ficulea, di cui le fonti narrano ripetutamente, poiché fu terreno di lotta tra Tarquinio Prisco e i Latini, e più tardi venne invaso dai Galli. Nella zona dell’Inviolata sorgevano ville rustiche, aree sepolcrali e tombe romane: importante il nucleo vicino al Casale dell’Inviolata, il Monte dell’Incastro; il sepolcro del Torraccetto, del III sec. d.C., e la tomba detta Torraccia dell’Inviolata, a forma di croce circondata da una struttura ad anello (databile tra il I ed il II sec. d.C.).

 

Con il progetto ARCA si intende creare una rete di comunicazione e visibilità, un dialogo aperto a cittadini, aziende e istituzioni per rafforzare e promuovere in modo sinergico il territorio della Città di Guidonia Montecelio.

Nell’ultimo periodo si cominciano a vedere i primi frutti di questa azione integrata, nelle molteplici attività in essere presso il Museo Rodolfo Lanciani, intorno al quale emerge una vivacità culturale, pubblicizzata e promossa anche attraverso il progetto Arca. Portale web, brochure tematiche, filmati informativi, ufficio comunicazione dedicato, sono alcune delle attività del progetto, in cui è possibile riscontrare e comunicare il patrimonio culturale e turistico della Città di Guidonia Montecelio, che proprio attraverso questi strumenti può cominciare a strutturarsi come rete.

L’invito più grande è quello di partecipare e cercare di far navigare il territorio ad alta velocità su questa Arca!